Fiere ed Eventi

Dall’alleanza tra Nef e Romagna Fiere nasce “RIMINI ARTE”: 12-13-14 dicembre 2015 presso Rimini Fiera

image_pdfimage_print

Li accomuna il medesimo amore, l’istinto per il talento da scoprire e valorizzare, una lunga e consolidata esperienza professionale nel settore e il desiderio di rinnovare continuamente la propria proposta per ampliare i confini dell’interesse verso l’Arte, in tutte le sue possibili espressioni, rimanendo comunque sempre fedeli a una tradizione dimostratasi negli anni capace di intercettare sia il mondo del collezionismo colto e sofisticato sia il consenso di un largo pubblico di appassionati.

Sono Gilberto Tedaldi, fondatore di Romagna Fiere e curatore di Arte Forlì Contemporanea la cui 19ª edizione si è appena conclusa alla Fiera di Forlì e Nicola Rossi, fondatore e amministratore unico di “Nord Est Fair” e organizzatore di Arte Padova, la rassegna che aprirà il suo scrigno di tesori dal 13 al 16 novembre per la sua 26ª edizione. Il primo è forlivese, il secondo padovano, ma entrambi gli imprenditori guardano a una carta geografica senza confini dove, anzi, tra le città e i loro supposti “campanili” è possibile estendere fili conduttori e ponti che le uniscano l’una all’altra. Progetti in rete capaci di portare beneficio sia alle singole comunità locali che all’economia e allo sviluppo culturale e sociale di territori più vasti.

Per passare da questa teoria alla pratica è necessaria solo la volontà di unire. Quella che ha portato i due maggiori organizzatori di eventi fieristici dedicati all’arte e all’antiquariato a siglare nei giorni scorsi un importantissimo accordo di collaborazione per l’organizzazione in comune di un nuovo evento: “Rimini Arte”, una delle più grandi mostre-mercato dedicate all’Arte moderna e Contemporanea di tutto il Centro-Nord Italia che sarà ospitata su ben 16.000 metri quadratidi spazi espositivi, all’interno dei padiglioni di Rimini Fiera ingresso Est.

La 1ª edizione si svolgerà dal 12 al 14 dicembre 2015 e sarà un grande evento culturale, oltre che un’ottima occasione di investimento, con oltre 90 Gallerie d’Arte tra le più importanti in Italia, mostre museali, eventi collaterali, convegni, workshop, laboratori creativi, premi e concorsi dedicati alle principali forme espressive della contemporaneità.

Da Forlì a Padova, per arrivare a Rimini: la passione per l’Arte supera gli steccati, unisce e non conosce confini. «Sì, abbiamo deciso di sommare le nostre rispettive esperienze in tema organizzativo, di conoscenza del mercato e dell'attività fieristica pensando di varare una Fiera nuova, ma è stato quasi naturale farlo – spiega Gilberto Tedaldi –. Ci conosciamo da sempre e gli organizzatori di eventi devono sempre guardare a come lavorano gli altri invece di allestire ognuno progetti a sè stanti che sarebbero destinati a restare limitati. Per diventare grandi bisogna fare sinergia, unire forze e competenze. E questo accordo tra noi è figlio di questa logica».

Naturale conseguenza, la scelta di una struttura adeguata al progetto e alla sua ricaduta. Quella di Rimini Fiera. «La scelta di Rimini non è stata affatto casuale – conferma Nicola Rossi - perché si tratta di un territorio importante per cultura, potenzialità economica, ricettività. Organizzandovi una rassegna fieristica di tale portata dedicata all’Arte Moderna e Contemporanea, il nostro orizzonte si amplia e dal Nord che già copriamo interamente anche con Arte Genova e Art Parma Fair, si proietta anche al Centro-Sud che per noi è uno scenario molto importante. In più, quello riminese è un centro fieristico e convegnistico nuovo, di grandi dimensioni, tecnologicamente attrezzato e avanzato, con collegamenti diretti anche su rotaia. Assolutamente un valore aggiunto».

L’accordo siglato vede le due organizzazioni dividersi pariteticamente le quote e i compiti organizzativi. L’investimento è di diverse centinaia di migliaia di euro. Un azzardo? «Direi un’avventura, di sicuro è un investimento ingente, ma Rimini Arteè solo il primo passo, stiamo già pensando a futuri sviluppi di questa sinergia» afferma Rossi.

E Tedaldi lo segue a ruota. «E’ un investimento adeguato alla realtà che ospita l’evento e alla portata dello stesso che solo mettendoci assieme era possibile attuare. L’intento, però, è quello di fare crescere in un nuovo territorio una fiera che non toglierà alcunché a nessuno, né alle nostre due città né a Rimini stessa che ci ha accolto a braccia aperte, spalleggiandoci e mettendoci a disposizione il quartiere e tutta l'assistenza della propria struttura».

Il feeling tra Tedaldi e Rossi, d’altronde è consolidato dalla collaborazione già sperimentata in numerose fiere antiquariali e corroborato dalla forte esperienza nel dare vita alle principali rassegne dedicate: Forlì (giunta alla 19ª edizione), Parma (3 edizioni), Padova (26° anno) e Genova (12 edizioni). Tutte premiate da grandi numeri di visitatori ed espositori e tutte confermate anche per le prossime stagioni.

IL TRIPLICE IMPEGNO DI ROMAGNA FIERE

Romagna Fiere è leader nell’organizzazione completa di eventi fieristici. Ogni anno dà vita a un calendario di 25 manifestazioni che portano più di 150mila visitatori e quasi 3000 espositori nei quartieri fieristici ospitanti.

Il suo  fiore all’occhiello è Arte Forlì Contemporanea di cui si è appena conclusa la 19ª edizione con oltre 50 tra le più prestigiose Gallerie d’Arte presenti con la propria proposta di qualità, eventi collaterali e mostre museali dedicate ad artisti a livello nazionale. E’ una vetrina sia per le firme di prestigio sia per quelle emergenti.

Si è chiusa ad ottobre e tornerà per la sua 4ª edizione il 27 e 28 febbraio e ancora dal 4 al 6 marzo 2016, Art Parma Fair, sempre organizzata da Romagna Fiere nell’ambito di Mercanteinfiera a Parma Fiere. E’ l’appuntamento principale per il collezionismo d’alto profilo, un grande evento culturale che all’arte intesa in senso tradizionale affianca nuovi modi di concepirla, soluzioni innovative, installazioni inconsuete e mostre museali di grande spessore.

La kermesse dedicata alla crescita e alla valorizzazione degli artisti emergenti e delle associazioni culturali del territorio romagnolo è, invece, Vernice Art Fair, anch’essa ormai tappa abituale nel calendario della Fiera di Forlì con le sue 13 edizioni alle spalle.

Nel 2016 tornerà dal 18 al 20 marzo partendo da numeri consistenti: 350 tra talenti e associazioni presenti e oltre 12mila visitatori.

PADOVA E GENOVA: I DUE POLI DELL’ARTE

E’ firmata da “Nord Est Fair”, la rassegna Arte Padova sulla cui 26ª edizione salirà il sipario giovedì 13 novembre. Disposte su ben 32.000 metri quadrati di spazi espositivi, dialogano tra loro 10.000 opere proposte da oltre 200 espositori. I quasi 30mila esperti ed appassionati che anche dall’estero mediamente ogni anno affollano la Fiera di Padova, troveranno anche sezioni dedicate al cinema, all’editoria, un ampio programma (oltre 50 appuntamenti) di convegni e incontri con i più importanti galleristi italiani, autori ed editori.

Dal 2011 Arte Padova è anche C.a.t.s. ossia “Contemporary Art Talent Show”, sezione che conta 180 artisti emergenti le cui opere hanno un valore inferiore ai 5000 e finanche ai 500 euro, e dal 2013 anche Padova Expo Libripensata per promuovere la ricca offerta editoriale del Nord-Est. Dedicato al mondo del cortometraggio professionale e amatoriale è, infine, il concorso “Corti, cortissimi... Via!” tutto incentrato su corti di non più di 3 minuti di durata.

Su queste solide fondamenta è nata, poi Arte Genova che si svolge ogni anno a febbraio (l’edizione 2016, la 12ª, si terrà dal 12 al 15). La kermesse attrae circa 25mila persone con la sua proposta che spazia tra Moderno, Contemporaneo, Emergenti e Cortometraggi. Numeri che crescono costantemente (+10% di presenze rispetto al 2014) e la rendono la manifestazione d’arte leader del Nord Ovest.